Product Comparison

29/07/2010
Il Dream Team italiano alla parete nord dell’Everest

Michele Enzio, Dolomite e il Dream Team italiano alla nord dell’Everest

 

Eccola, la foto della vetta dell’Everest: 24 maggio 2010, Michele Enzio, Silvio “Gnaro” Mondinelli, Abele Blanc, Marco Camandona e Gerlinde Kaltenbrunner sono stati gli unici, su oltre 400 alpinisti saliti lassù questa primavera, ad arrivarci “by fair means”, senza ossigeno.

Michele Enzio, guida Dolomite della regione Piemonte, era il più giovane del gruppo. Classe 1974, è nato sul Monte Rosa e proviene da una famiglia di guide alpine per tradizione.

Appassionato di sci estremo e parapendio, è sbarcato in Himalaya nel 2006 arrivando in vetta allo Shisapagma, 8.027 metri, proprio con Mondinelli. Nel 2008 ha preso parte, ancora con Mondinelli e Marco Confortola, alla spedizione alpinistico-scientifica Share Everest 2008 del Comitato EvK2Cnr che ha installato sul Colle Sud dell'Everest la stazione meteorologica più alta del mondo.

Quell'anno arrivò a 8.600 metri senza ossigeno e dovette rinunciare per colpa del vento.

"E' stata una grandissima emozione tornare all'Everest - commenta Enzio - e sono contento di esser salito dal versante nord perche quello nepalese lo conoscevo già, di qui invece è stato un percorso nuovo,  quindi è come fosse stata un'altra prima volta!!!

Complimenti Michele per l’ottimo risultato da tutto lo staff Dolomite!