Product Comparison

01/06/2010
Roberto Lorenzani

Roberto Lorenzani opera da oltre 20 anni nel settore Avventura, Esplorazioni e Outdoor, a tempo pieno. Ha organizzato, partecipato e diretto numerose spedizioni “estreme” nelle diverse parti del pianeta, ed ha contribuito in maniera determinante alla realizzazione di Grandi Eventi internazionali, tra cui Camel Trophy, Raid Gauloises e Land Rover G4 Challenge.

Ex giocatore di rugby (ha disputato 14 campionati), Lorenzani ha conseguito due attestati Universitari (Interfacoltà Scienze Motorie, Università di Torino; Università degli Studi di Parma) e un Corso di Alta Formazione di organizzazione dello sport e dello spettacolo sportivo.

E’ Istruttore Master della Federazione Italiana Survival-Outdoor (F.I.S.S.S.), Istruttore Nazionale Ecocampus (CSEN), ha conseguito l’attestato per l’utilizzo di “Dispositivi di Protezione Individuale Anticaduta”.

E’ istruttore di tiro con l’arco, Istruttore ed Allenatore di Body Building, Preparatore Atletico; possiede la Patente Nautica e il Brevetto Rescue Diver Padi.

Consulente per viaggi e spedizioni, Roberto Lorenzani ha attivato in Italia diversi Centri di Avventura & Outdoor, dove realizza corsi di formazione di avventura e outdoor, corsi di sopravvivenza, cartografia, orientamento, GPS, dedicati sia a Privati che a Società Sportive .

Pratica diversi sport: Free Climbing, Alpinismo, Sub, Sci, Torrentismo, Tiro con l'arco, Body Building, Running.

 

Spedizioni ed esplorazioni

2009 - Il 14-15 gennaio tenta per due volte di raggiungere la cima dell’Aconcagua, ma le avverse condizioni meteo lo fanno desistere e si ferma a quota 6.500.

2008 - Il 3 Febbraio arriva in vetta del  monte  KILIMANJARO, in Africa. Seconda tappa del progetto “Seven Summits”.

Il 7 Agosto arriva in vetta al monte ELBRUS, Caucaso, il più alto d’Europa. Terza tappa del progetto “Seven Summits”.

2007: Il 27 Novembre arriva in vetta al Monte KOSCIUSZKO, Australia. Inizia così il progetto “Seven Summits Project”: arrivare in vetta alla montagna più alta di ogni continente.

2001: E’ Responsabile Tecnico, organizza e partecipa alla spedizione in Perù che porta al ritrovamento de "La laguna dell'Inca Rey"

2000: Percorre a piedi 140 Km (Modena-Cesena) in 30 ore senza fermarsi mai per la trasmissione televisiva "Trenta ore per la vita"

1996: Realizza un reportage dal Kruger National Park al Capo di Buona Speranza in Sud Africa

1995: Primo italiano a partecipare al Raid Gauloises in Patagonia, la gara più difficile del mondo senza mezzi motoristici.

1993: Vive un' esperienza da naufrago volontario in un atollo deserto del Sud Pacifico, portando con se soltanto un coltello

1992: Viaggia per tre mesi esplorando alcune delle isole del Sud Pacifico

1991: Organizza e partecipa alla prima spedizione italiana alla baia di Hudson, dal Quebec al Manitoba (circa 1000 Km), alla ricerca degli ultimi indiani Cree, con slitte trainate da due mute di otto cani ciascuna

1990: Attraversa a piedi il parco di Pukaskawa (Ontario - Canada)

1989: Partecipa alla prima spedizione mondiale al Polo del Freddo (Ojmiakon - Siberia, con temperatura a –72°C), con abbigliamento e alimentazione locale, percorrendo 1300 Km con un convoglio di 10 slitte e 50 renne

1988: Attraversa a piedi le paludi di Biebza (Polonia)

1987: Percorre a piedi le piste da Douz a Ksar Ghilane, Sahara (Tunisia) aggregandosi ad una carovana di Berberi

1985: Effettua il primo viaggio in solitaria in Iraq dove copre la distanza di 200 Km dal Tigri all'Eufrate

 

Centri di Avventura, Outdoor, Sopravvivenza

2003: Apre il Centro Avventura e Outdoor "Adventure Academy" sull’Appennino Piacentino c/o il Rifugio del Parco Provinciale, in località Morfasso (PC)

1999: Attiva il Centro Avventura di Schilpario (BG)

1996: Dirige il Centro Avventura sull' Appenino Parmense

1992: Attiva il Centro Natura e Avventura in Maremma, Cinigiano (GR)

1989: Fonda la  “Scuola Italiana di Avventura” ad Arsiè  (BL)

1987: Organizza il 1° corso di Outdoor per Manager d’ Azienda

1986: Diventa Istruttore alla Scuola di Sopravvivenza di Jacek Palkiewicz, a Castello Tesino (TN). Dirigerà poi questa scuola per diversi anni .

Autore dei volumi: “Adventure Academy: manuale per viaggiare sicuri” (Panciroli, 2004)”; “Manuale di Sopravvivenza” ( Magnolia srl per Rai 2, 2004);  "Siberia: ritorno dal gelo" (Panciroli, 2002);   “Global Positioning System” (Hoepli, 1997);   “Manuale del Viaggiatore” (Planetario, 1995);   “Camel Trophy” (Planetario, 1995).

 

Nel 1990 gli viene conferita la qualifica di socio onorario della Società Geografica Italiana.

Tra il 1999 e il 2000 Roberto Lorenzani collabora con RAI DUE per la trasmissione "Quelli che il calcio".

 

Altre esperienze:

Nel 2003 per la prima volta in Italia, viene effettuato un corso di sopravvivenza ad una squadra sportiva (Overmach Rugby Parma, campionato Top Ten, Rugby Colorno serie B), durante la preparazione atletica.

Stage di addestramento ai VIP per la trasmissione “L’isola dei famosi” (RAI DUE).

2004: Corso di sopravvivenza (Overmach Rugby Parma, campionato Top Ten, Rugby Colorno serie A), durante la preparazione atletica.

Stage di addestramento ai VIP per la trasmissione “La Talpa” (RAI 2).

Stage di addestramento ai VIP per la trasmissione “L’isola dei famosi” (RAI DUE).

Inizia una collaborazione con la Comunità Exodus di Don Antonio Mazzi.

2005: Corso di sopravvivenza (Rugby Colorno serie A), durante la preparazione atletica.

Stage di addestramento ai VIP per la trasmissione “L’isola dei famosi 3” (RAI DUE).

2006: Corso di sopravvivenza (Rugby Colorno serie A), durante la preparazione atletica.

Stage di addestramento   ai VIP per la trasmissione “L’isola dei famosi 4” (RAI DUE).

2007: Corso di sopravvivenza (Rugby Arix Viadana Top Ten), durante la preparazione atletica.

Stage di addestramento ai VIP per la trasmissione “L’isola dei famosi 5” (RAI DUE).

2008: Stage di addestramento ai VIP per la trasmissione “L’isola dei famosi 6” (RAI DUE).